Concerto,Musica

I BrancaDò, Musica a sorpresa

9 ago , 2017  

BrancaDò

Domenica 10 Settembre 2017

ore 18:30

Chiesa di Santa Maria di Castello, Biancade

Musica a sorpresa

I BrancaDò

Mandolini, violino, viola, klaviers
Daniele Brancaleoni e Claudio Doni

Daniele Brancaleoni 03

Daniele Brancaleoni è nato Forlì nel 1965. Si è diplomato in Violino nel 1985 presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Vince il concorso nazionale ed ottiene la cattedra come docente di ruolopresso il Conservatorio L.Canepa di Sassari nel 2006. Nel 2015-2017 frequenta il corso biennale di specializzazione di didattica per strumenti ad arco CAS del Conservatorio di Lugano con i maestri Modesti, Tafuri, Bellu, Cincera. Dal 2008 insegna Violino presso il Conservatorio J. Tomadini di Udine. Vince il concorso nazionale ed ottiene l’abilitazione all’insegnamento come docente di educazione musicale. Dopo una brillante carriera come primo violino d’orchestra presso ll Teatro Comunale di Treviso ed in molte altre importanti orchestre italiane consegue il Biennio superiore di Violino presso il Conservatorio Cherubini di Firenze con la tesi sulla Variazione da Bach a Berio (votazione di 110) con esecuzione dal vivo di Brani di Vitali, Bach,Paganini e Berio. Si è laureato nel 2014 all’Università Ca Foscari di Venezia in Musicologia e scienze dello Spettacolo con il professor Andrea Erri con la Tesi sulla Formazione musicale e management: dalla Scuola di Musica di Fiesole all’Evento Culturale (votazione 110). E’ socio fondatore e presidente di VENETO CULTURA dal 2014.

Vanta una ventennale esperienza d’orchestra e solistica in varie orchestre da camera e lirico sinfoniche quali Accademia Bizantina di Ravenna, Orchestra sinfonica Arturo Toscanini di Parma, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Filarmonia Veneta (Violino di Spalla e Solista), Orchestra del Maggio Musicale (Concertino con obbligo del 3° posto), Orchestra Regionale Toscana. Ha collaborato con l’Orchestra d’Archi Italiana diretta dal M° Mario Brunello come violino di spalla.
Ha tenuto concerti in Israele come membro dell’Accademia Bizantina di Ravenna, sotto la direzione di Luciano Berio e Carlo Chiarappa. Nel 2007 si è esibito presso la Sala Brunelleschi del Palagio di Parte Guelfa di Firenze con le Sonate e Partite per Violino solo. Dal 2004 al 2007 collabora stabilmente con la Badia di Firenze in duo Violino e Organo eseguendo Corelli , Vivaldi, Handel, Bach, Vitali. Nel 2007 a Firenze partecipa ad eventi culturali di poesia e musica con il Critico d’Arte, Giornalista, Scrittore Pierfrancesco Listri.
Attualmente si esibisce in duo con l’arpista Tiziana Tornari e con il M° Alberto Battiston, secondo violino del Quartetto d’Archi di Venezia.
Suona con un Violino A. Poggi del 1952. (dettaglio dal sito ufficiale)

C.DoniClaudio Doni

Claudio Doni, nato nel 1962, si è diplomato in Violino presso il Conservatorio Statale di Musica “Cesare Pollini” di Padova con il M° Vito Prato.
Ha seguito corsi di Perfezionamento in violino con i Maestri A. Dumay, G. Carmignola,
di Perfezionamento orchestrale e Cameristico ai Corsi di Fiesole, Lanciano.
Ha conseguito idoneità in vari Concorsi ed Audizioni per orchestre con le quali ha quindi collaborato (Orch. del Teatro Comunale di Bologna, Teatro Comunale di Treviso, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra d’Archi Italiana, Gruppo d’Archi Veneto).
Ha svolto inoltre molta attività cameristica in varie formazioni.
Ha frequentato corsi di Direzione d’Orchestra, diplomandosi con il M°Vram Tchiefchian, e quindi esibito anche in veste di direttore nel repertorio sia sinfonico che operistico in concerti e registrazioni (“Il Telefono” di Menotti, “Suor Angelica” di Puccini, “Sieben Worte” di Gubajdulina).
Si è sempre dedicato alla composizione, alla trascrizione e agli arrangiamenti per i gruppi musicali con i quali ha svolto attività concertistica (“ Cluster Ensemble”) e nell’ambito scolastico per orchestre giovanili.
Nel marzo 2008 ha conseguito il Diploma di I Livello di Composizione presso il Conservatorio di Castelfranco V.to (TV).
Ha studiato Musicoterapia alla Guildhall School of Music and Drama di Londra diplomandosi nel 2004 al corso dell’ Università di Bristol nella sezione italiana di Bologna dove dal 2005 al 2010 ha anche insegnato “Tecniche per l’Improvvisazione” nel corso di Musicoterapia dell’ Associazione “Music Space”.
Dal 2001 al 2010 ha insegnato Violino presso l’Istituto Musicale “F. Manzato” di Treviso e dal 1996 a tutt’ora presso la Scuola Media Statale ad Indirizzo Musicale “L. Stefanini” di Treviso.
Da qualche anno suona il mandolino.

Concerto,Musica

3 giugno Ensemble d’archi – Alessandro Perpich

29 apr , 2014  

Ensemble archi Ferrara 02

3 giugno 2014 Ensemble d’archi

del Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara

La formazione, sorta per iniziativa del M° Alessandro Perpich in occasione dei 300 anni dalla pubblicazione dell’Estro Armonico di Antonio Vivaldi (Amsterdam 1711) ha proposto l’esecuzione integrale del Libro II, alternando concerti per uno, due e quattro violini solisti. L’ensemble, formato da studenti e docenti del Conservatorio Frescobaldi si è esibito ultimamente a Cremona, nell’ ambito della Rassegna internazionale dedicata al liutaio Carlo Bergonzi, a Ferrara, in occasione della Settimana delle arti presso la Pinacoteca Nazionale di Palazzo Diamanti, e a Radio Vaticana, nella diretta radiofonica dedicata al Conservatorio di Ferrara del 21 maggio 2013. 

Direttore e solista Alessandro Perpich

Alessandro Perpich

Alessandro Perpich, nato a Firenze, ha intrapreso giovanissimo lo studio della musica sotto la guida del padre e si è diplomato a pieni voti e lode sia in violino presso il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, sia in viola presso il Conservatorio”Niccolò Piccinni” di Bari. Ha studiato anche con Vaclav Benda presso il Conservatorio di Praga e, invitato per due volte, nell’Accademia di Pommersfelden, in Germania, allievo di Wilhelm Waltz.

Ventenne ha frequentato i corsi di musica da camera di Adriano Vendramelli e, contemporaneamente, quelli di violino con Corrado Romano conseguendo la massima votazione all’esame finale presso l’Accademia Internazionale di Biella. Ha quindi proseguito gli studi con Romano al Conservatorio di Ginevra sino a ottenere il Premier Prix de Virtuosité.

Ha tenuto concerti in USA, Sudamerica, Asia, Europa (Festival di Salisburgo, Salle Pleyel e Opera Garnier di Parigi, Avery Fisher Hall di New York, Ravinia Festival di Chicago, Tanglewood -Boston, Musikverein di Vienna, Coliseum di Buenos Aires, Teresa Carreno di Caracas, Suntory Hall di Tokio, Scala di Milano).

Il suo interesse verso la musica contemporanea lo ha visto collaborare con compositori dalle più diverse tendenze quali Manzoni, Razzi, Sifonia, Sciarrino, Cardi, Gervasoni, Rotili,Desiante. Nel 1987 è stato invitato ad eseguire a Roma L’Elogio per un ombra” di Petrassi alla presenza del Maestro.

Con il regista Massimo Smuraglia ha realizzato il Film per il Giorno della Memoria Wstawac (collaborazione della Scuola di Cinema “Anna Magnani” di Prato,della Provincia di Arezzo e del Comune di Terranuova Bracciolini).

Incide per Bongiovanni (Divertimenti per due violini di P.Bini ,integrale dell’opera strumentale di G.Giordani) e per EPR (integrale delle Sonate di Grieg per violino e pianoforte ).

Per un decennio ha collaborato con il Festival Musicale Piceno nella ricerca musicologica e alla riscoperta artistica di compositori marchigiani quali Alaleona, Bini, Marchetti, Vecchiotti, Giordani, Brunetti, Sieber. Dal lavoro sono nati 5 CD .

Con l’ensemble d’archi La Corte Svevadi cui è fondatore, ha inciso vari dischi e suonato alla presenza di Carlo Azeglio Ciampi. Il primo CD porta musiche di Vivaldi, Bach, Mozart, Paganini. L’ultimo, dedicato a Vivaldi e Dall’Abaco, è frutto del Premio Speciale della Fondazione “Masi” al Concorso Internazionale “G.Zinetti”.

Dal 1995 Alessandro Perpich è direttore artistico del Festival Musicale Savinese Festival delle Musiche.

Vincitore di cattedra al Concorso Nazionale,è stato docente di violino al Conservatorio “N.Piccinni” di Bari e “E.R.Duni” di Matera. Attualmente insegna al Conservatorio “G.Verdi” di Como dove tiene sia Corsi Tradizionali sia Corsi Universitari di II° Livello. Molti fra i suoi allievi hanno vinto primi premi in Concorsi Nazionali e Internazionali.

Suona su un Tommaso Carcassi del 1757 e un Tommaso Landolfi 1750.

..il pubblico è rimasto affascinato dalla abilità e dalla potenza virtuosistica…con una padronanza dello strumento sconcertante…..(Il Gazzettino) …esito stupefacente per bellezza di suono, tecnica forbita e profondità interpretativa.(La Gazzetta del Mezzogiorno) …punta di diamante del nostro concertismo: intonazione perfetta, splendida tenuta d’arco, virtuosismo brillante, ma soprattutto intelligenza strumentale, sono le sue credenziali .(La Repubblica)

 

 

,

Concerto,Musica

Concerto Hansel und Gretel 20 Maggio

22 apr , 2014  

Hansel-und-Gretel

 20 Maggio 2014

Concerto “Hansel und Gretel”, Fratelli Grimm

Engelbert Humperdinck (1891) arrangiamento per consort di violoncelli di Gioele Gusberti

Alda Capodaglio voce recitante

ENSEMBLE SPERCIGLANUS

Martina Barbon violoncello,    Sebastiano Vianello violoncello,

Mauro Zanchetta violoncello,     Gioele Gusberti violoncello

Concerto Hansel und Gretel.  La vicenda di Hansel e Gretel è di fatto divenuta patrimonio letterario europeo nelle sue linee generali, benché ogni tradizione nazionale abbia modificato alcuni dettagli, rendendo li consoni alle diverse sensibilità; ad esempio il discorso drammatico della madre, che propone al marito di abbandonare i due figli perché non più in grado di provvedere al loro sostentamento, risulterebbe oggi lontanissimo dall’immagine che si ha del contesto famigliare, e pertanto sin dalla metà del ‘900, già questo evento, originale, lo si è Inodificato rendendo lo meno violento.

Così come, nel tempo, si è svestita la strega dell’originale cupo drappo del maligno, verso abiti più semplici benché negativi, proprio in funzione del giovane pubblico fruitore della storia che certamente avrebbe risentito di una così cruda e distorta figura di vecchina.

L’ensemble Sperciglanus contribuisce, con la sua rilettura e rimaneggiamento della favola, a fornirne una versione letteraria più lineare, nel desiderio di bilanciare perfettamente le parole alla musica. Proprio la forza drammaturgica di questa favolistica vicenda aveva già nel 1893 ispirato il tedesco Engelbert Humperdinck a tramutarla in un’Opera per il Teatro, sancendone così la divulgazione e la fama nell’immaginario collettivo.

Proprio da questa complessa partitura si è preso spunto ed ideato l’arrangiamento per quattro violoncelli, qui presentato, in un continuo interpolarsi della voce sulla musica e viceversa, nell’idea che nessuna delle due arti prevalga: se il testo narra gli eventi, la musica ne suggerisce le suggestioni e gli affetti nel desiderio di allietare la fantasia dei bimbi e ricondurre alla fanciullezza i più grandi …

L’Ensemhle Specigluas prende il nome dal paese nel quale è nata questa formazione, Spresiano (Treviso) e fa riferimento alla locale scuola di musica “T. Albinoni”; nato nel 2010 all’interno della classe di violoncello di Gioele Gusberti, l’Ensemble è composto dagli allievi dei corsi avanzati e affronta repertorio espressamente scritto per questa formazione e trascrizioni tratte dal repertorio più antico e fino al moderno, spa:z;iando dal genere classico alla musica leggera.

Molti degli arrangiamenti presentati dall’E.S. Sono inoltre dedicati ai singoli interpreti di questa formazione ed ideati a mezza via tra la funzione didattica e quella espressamente musicale, in quanto si ritiene che ciò contribuisca a rendere più limpida la fruizione del discorso musicale.

Nel corso di questi anni molte sono le manifestazioni che hanno visto presente l’E.S. quali la Rassegna Concertistica di Susegana, i progetti musicali della libreria Lov At, Spazio Paraggi (TV), Rassegna Concertistica “Suoni” di Cremona nonché collaborazioni con Emergency Treviso e progetti ideati per le scuole quali “proihito suonare il violoncello!” [2012] e “a spasso nel tempo con un violoncello sulle spalle” [2013].

Alda Capodaglio

Alda Capodaglio.

Figlia d’arte, comincia a recitare all’età di otto anni con la compagnia goldoniana “I Giovani” diretta da Paolo Trevisi.
Nel 1979 inizia a lavorare come attrice professionista esibendosi con diverse compagnie teatrali a Venezia, Verona, Roma, Milano, Genova e con vari registi, tra i quali Giuseppe Maffioli, Arnaldo Momo, Luigi Squarzina e per il cinema, Etienne Perier e Carlo Mazzacurati.
Nel 1981 vince il premio “C. Goldoni” come migliore attrice protagonista per Rosaura ne “La finta ammalata” di C. Goldoni e nel 1996 il premio “Castello di Gorizia” come miglior attrice caratterista per Tonina ne “Il malato immaginario” di Molière.
Nella stagione 1983-84 ha preso parte alla tournée nazionale di “Tramonto” di Renato Simoni con la compagnia Alberto Lionello.
Laureatasi in Lettere presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, dal 1990 ha collaborato in qualità di attrice ad attività teatrali amatoriali: lettura o allestimento di testi, animazioni, laboratori di recitazione.
Nel 2000 ha partecipato, nel ruolo Cecilia, in “Sior Todero brontolon” di Goldoni al teatro Eden per contribuire al finanziamento dell’hospice dell’ADVAR a Treviso.
Dal 1998 insegna Lettere alla Scuola secondaria di 1° grado.
Dal 2006 è docente presso l’Istituto Comprensivo di Casier e collabora con la Rete Teatro della provincia di Treviso per la messa in scena degli spettacoli teatrali scolastici.

Gioele Giusberti

 

Gioele Giuseberti.

Si è diplomato  con E. Contini quindi ha studiato  violoncello barocco & classico con  C.  Frigerio  e  G.  Nasillo,  perfezionandosi  poi  con A. Gervreau,  M.  Valli,  A.  Palmeri  e  con Stefano Vegetti.  È  componente  di  vari  Ensemble  di  musica  antica,  fra  i  quali  Pian&Forte, Academia Montis Regalis, Milano Classica, Accademia del Ricercare, Cenacolo Musicale, Stagione Armonica, Accademia di San Petronio, Ensemble Il Continuo. Ha  collaborato  come  primo  violoncello  con  F.  Bonizzoni,  T.  Koopman,    D.  Gutknecht,  A.  De Marchi, E. Höbarth, R. Alessandrini, L. Ghielmi, V. Ghilmi, S. Balestracci. Numerosi i Concerti, molti  dei  quali  in  veste  solistica,  in  sedi  e  Festival  di  prestigio,  oltre  che  tournée  in  Europa  e Giappone  nonché  premiate  incisioni  discografiche  pubblicate  per  Discantica,  Bongiovanni, Tactus, Velut Luna, Hyperion, Amadeus, Brilliant., Sony. Tra i dischi a solo ha registrato le dodici sonate del “Trattenimento” di D. Galli, i “Eight Duetts” di G.  B.  Cirri;  svolge  anche  il  ruolo  di  ricercatore,  suoi  sono  i  saggi  introduttivi  di  incisioni discografiche oltre che coordinatore di pubblicazioni musicologiche per Musedita e Diastema. Collabora  con  la  rivista  Archi  Magazine  di  Roma  con  saggi,  articoli,  interviste  e  recensoni;  è direttore  artistico  della  Rassegna  “Suoni”  a  Cremona  e  coordinatore  di  “Autunno  Musicale” (Pavia). Suona un Violoncello C. Guidetti, concessogli dall’autore e un Violoncello della collezione privata M. Maggi. Concerto de Cavalieri

 

 

 

 

Concerto,Musica

6 Maggio Concerto di apertura IV Stagione Concertistica

17 apr , 2014  

Filippo-Gamba-Marco-Dalsass-concerto-apertura-2014

6 Maggio 2014

Filippo Gamba pianoforte e Marco Dalsass violoncello

 

Grande concerto di apertura per la IV Stagione concertistica a Santa Maria di Castello a Biancade.

Filippo Gamba suonerà una selezione di Preludi di Debussy tratti dal primo e dal secondo libro.
Con il violoncellista Marco Dalsass suonerà la III Sonata in la maggiore di L.v. Beethoven e i tre Pezzi Fantastici di R. Schumann.

Filippo-Gamba-bio

Filippo Gamba pianoforte. “Ogni vero musicista si identifica, a ben guardare, con il proprio percorso artistico ed interiore: quello di Filippo Gamba è disseminato di esperienze ad elevato contenuto artistico ed umano. La sua necessità primaria è cogliere l’aspetto più profondo e sostanziale di ogni situazione musicale, ed è dettata da un innato bisogno di condividere i contenuti musicali del repertorio che egli affronta con i propri interlocutori ed ascoltatori, interagendo con essi nel modo più immediato e diretto possibile.”  Leonardo Finotti

Marco-Dalsass-bio

Marco Dalsass violoncello. “La collaborazione con prestigiose formazioni cameristiche lo ha portato ad esibirsi in tutta Europa, USA, Canada, America Latina, Giappone, Cina, Tailandia, Corea, Malesia, Paesi Arabi, ecc., anche nel ruolo di primo violoncello solista.. Ha collaborato altresì in qualità di primo violoncello con l’orchestra del Teatro comunale di Treviso, l’Orchestra Italiana d’Archi e con l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. Ha insegnato nei conservatori di Cesena, Perugia, Cagliari e Novara. Dal 1995 tiene il corso di violoncello al Festival Musicale Savinese e dal 2002 all’Accademia “Corrado Romano” di Macerata.” MonteServizi

Calendario,Concerto,Musica

Calendario Concerti 2014

10 apr , 2014  

S.Maria di Castello 2014

Calendario Concerti 2014

CONNERTI TREVISO,

ANTICA CHIESA DI SANTA MARIA DI CASTELLO, BIANCADE

Via Castello, laterale di Via S. Antonio, Biancade, Roncade (TV)

1° CICLO

Mart. 6 Maggio, ore 20:45

Filippo Gamba, pianoforte

Marco Dalsass violoncello

Musiche di Debussy, Schumann  e  Beethoven

Mar. 20 Maggio,  ore 20:45

Hansel und Gretel, Fratelli Grimm

Alda Capodaglio voce recitante

Sperciglanus Ensemble,

Martina Barbon violoncello

Sebastiano Vianello violoncello

Mauro Zanchetta violoncello

Gioele Gusberti violoncello

Gioele Gusberti direttore

Musica di Humperdinck

Mar. 3 Giugno, ore 20:45 

Ensemble d’archi

del conservatorio di Ferrara

Direttore Alessandro Perpich violino

Musiche di Bach e Paganini

Mar.  17 Giugno, ore 20:45

“TODO CAMBIA”

racconti e canzoni dal Sudamerica

Patrizia Laquidara voce

Peo Alfonsi chitarra

Mirko Artuso attore

Marco Dalsass violoncello

Mar.  24 Giugno,  ore 20:45

Alma Swing

Lino Brotto chitarra solista

Mattia Martorano violino

Andrea Boschetti chitarra ritmica

Beppe Pilotto contrabbasso

Musica  Django Reinhardt

Mar , 1 Luglio, ore 20:45

“Die Forelle”

A cura del Trio Riccati

Stefano Pagliari violino

Marco Dalsass violoncello

Gabriele Maria Vianello Mirabello

e con Luca Volpato viola

Andrea Dominijanni contrabbasso

Musiche di Schubert e Williams

2° CICLO

Dom.  14 Settembre,  ore 18:30

“Le Quattro Stagioni”

Orchestra barocca “Giacomo Facco, musico veneto”

Violino solista e direttore Luca Dalsass

Musiche di Antonio Vivaldi

Dom. 21 Settembre, ore 18:30

“Serata veneziana”

Daniela Benori soprano

Cristina Crotti pianoforte

Dom. 28 settembre,  ore 18:30

Le Variazioni Goldberg

Laura Marzadori violino

Elena Faccani viola

Massimo Polidori violoncello

Musica di J.S. Bach

Dom.   5 Ottobre,  ore 17:30 

“Hermes da Schumann a Brahms”

Hermes Piano Quartet

Musiche di Schumann e Brahms

Dom. 12 Ottobre, ore 20:30 

Saudade 2014

Orchestra di violoncelli Heithor Villa-lobos

Giovanna Gomiero soprano

Musique et divertissement