Musica

La finta semplice

9 ott , 2017  

Orchestra

Domenica 15 Ottobre 2017

ore 17:00

musica in Villa de Reali a Dosson di Casier

Laboratorio Lirico AccademiaInOpera

Orchestra da camera “Giacomo Facco” musico Veneto.

La finta semplice
Dramma giocoso per la musica
Musica di Wolfgang Amadeus Mozart
Libretto di Carlo Goldoni

La finta semplice, K 51 (46a), è un’opera di Wolfgang Amadeus Mozart. Il libretto, denominato “Dramma giocoso per musica in due atti” è di Marco Coltellini, che adattò e riorganizzò un preesistente libretto di Carlo Goldoni per Salvatore Perillo, a sua volta tratto dalla “comédie en prose” La Fausse Agnés ou Le Poète campagnard (1736) di Philippe Néricault Destouches.
L’opera venne eseguita per la prima volta probabilmente a Salisburgo nel 1769.

La scena si svolge nella campagna del Cremonese. Giacinta e Ninetta amoreggiano rispettivamente con Fracasso e Simone. Ninetta, la cameriera di casa che Simone vorrebbe sposare, racconta che fra i due fratelli, il maggiore è nemico delle donne perché a suo tempo fu maltrattato da una cognata e il secondo ne è nemico per timore del fratello perciò, insiste Ninetta, l’unico modo per far loro cambiare idea è farli innamorare, coinvolgendo nella burla Rosina, sorella di Fracasso che sta per arrivare. Fracasso rimane con Giacinta, che gli dice di desiderare un marito speciale e obbediente. Allontanatasi Giacinta, Fracasso s’incontra con don Cassandro, ricco gentiluomo sciocco e avaro. La baronessa Rosina che è appena giunta ha la sua idea sull’amore, ma con Ninetta ha concordato di comportarsi da sempliciotta per far capitolare i due fratelli e subito si rivolge a don Polidoro, fratello minore di don Cassandro. Dopo numerose peripezie e colpi di scena Giacinta e Rosina chiedono perdono a Cassandro, che lo concede. Il dramma giocoso in tre atti si conclude con il trionfo della forza di spirito, dell’astuzia e della bellezza incarnate proprio nel personaggio della finta semplice.

Accademia

ACCADEMIA IN OPERA è un progetto che nasce all’interno della Scuola di Musica Accademia Filarmonica di Camposampiero diretta dalla prof.ssa Carla Vazzola ed è rivolto a quegli studenti di canto lirico – siano essi principianti, amatori o aspiranti professionisti – interessati a raccogliere l’affascinante sfida di studiare un intero ruolo operistico, primario o comprimario, approfondendolo dal punto di vista musicale, psicologico e scenico. L’attività intende offrire al cantante ciò che è più necessario alla propria formazione musicale e teatrale: la possibilità di partecipare alla realizzazione di un’opera lirica, opportunità offerta così di rado nel regolare percorso di studi conservatoriali. Il progetto ha preso forma basandosi sulla multiforme esperienza professionale e sulla sensibilità didattica del M° Gianluca Caporello che ne è Direttore Artistico e dal 2007 insegnante di tecnica del canto e di Arte Scenica presso l’Accademia Filarmonica. Dopo selezioni, con regia e costumi, di L’elisir d’amore, La Traviata, Le Nozze di Figaro e Così fan tutte, nel 2009 viene realizzato e rappresentato integralmente “Il Flauto Magico” di W. A. Mozart tutta la trilogia Mozart-Da Ponte “Nozze di Figaro” 2010 “Cosi Fan Tutte” 2011 “Don Giovanni” 2012, il trittico pucciniano “Suor Angelica”, “Tabarro” e “Gianni Schicchi”2013, “Bastienn und Bastienne” W. A. Mozart 2014, “La Traviata” G. Verdi 2015, “La Boheme” G. Puccini 2016, “La Finta semplice” W. A. Mozart 2017. Nato inizialmente per far crescere e valorizzare gli allievi di canto lirico iscritti all’Accademia Filarmonica, dal 2010 il progetto Accademia in Opera si apre alla partecipazione e collaborazione esterna di quanti vi riconoscano una reale possibilità di crescita musicale. Per ogni allestimento, l’Accademia Filarmonica ricerca attivamente più possibilità di repliche, così che sia dato modo anche a cast diversi di confrontarsi e misurarsi col palcoscenico. Dal 2008 l’attività si avvale della presenza costante, quale maestro collaboratore, del pianista Cristiano Zanellato.

OrchestraL’orchestra d’archi Giacomo Facco, musico veneto nasce nel 2011 con l’obiettivo di dare ai giovani strumentisti di età compresa tra i 15 e i 25 anni, già impegnati nello studio della musica e nella pratica musicale, un’opportunità formativa ed esecutiva. L’ensemble, guidato dal prof. Luca Dalsass, propone l’arte della musica attraverso uno studio strumentale ed interpretativo meticoloso. Il repertorio comprende opere dei più importanti compositori italiani ed europei del ‘700 con particolare riferimento per le musiche di autori veneti non sempre noti al grande pubblico. L’orchestra si impegna al proposito nella riscoperta di musicisti quali Giacomo Facco, nativo di Campo San Martino, del quale esegue i concerti Adriarmonici e della violinista e compositrice veneziana Maddalena Lombardini Sirmen con lo studio delle sonate a tre e dei celebrati concerti per violino.

Le partiture studiate sono spesso inedite e l’attività formativa prevede che i giovani strumentisti coinvolti lavorino fianco a fianco con professionisti affermati provenienti anche dall’estero, producendosi anche come solisti.

L’orchestra si esibisce in un cospicuo numero di concerti tra i quali si possono citare quelli dei festival “Armonia di Vie”, Chiaro lo specchio dell’acqua e Concerti di Santa Maria in Castello di Biancade, Museo Revoltella di Trieste alla presenza del maestro Renato Zanettovich, Teatro Accademico di Castelfranco Veneto, Ragenhaus di Brunico, Palazzo Barbaran a Castelgomberto, Chiesa di S. Francesco a Treviso, Villa Emo di Fanzolo, Casino Pedrocchi e Chiesa di Santa Sofia a Padova. Di particolare rilievo le collaborazioni con la pianista Monica Cattarossi, il violoncellista Marco Dalsass, il flautista Arrigo Pietrobon, il contrabbassista Daniele Carnio, l’organista Manuel Tomadin, i violinisti Fabian Rieser, Sebastiano Maria Vianello, Giovanni Guglielmo, i direttori Maffeo Scarpis, Massimo Raccanelli Zaborra.

Nel 2016 l’orchestra Facco e la Polifonica Benedetto Marcello, sotto la guida del maestro Alessandro Toffolo, realizzano l’oratorio “Messia” di Handel nella versione integrale, riscuotendo notevole successo di pubblico e critica.

Locandina:

    Biglietto unico €. 5 residenti comune di Casier.

, ,

Musica

Intrighi amorosi

30 mag , 2016  

Intrighi_amorosi

Sabato 11 Giugno 2016

ore 21:00

 Villa de Reali a Dosson

“Intrighi amorosi”

Seduzioni e inganni nel melodramma

Concerto lirico

Anna Sohn, Soprano
Leonardo Cortellazzi, Tenore
Simone Del Savio, Bass-Baritono
Alex Martini, Baritono
Jean Vendassi, Bass-Baritono
Federico Brunello, Pianista
Come inizia la storia…

Febbraio 2013, Clermont-Ferrand (Francia). È famosa per il rinomato e più importante Concorso Lirico di Francia, attira giovani cantanti da tutta Europa.

Alex baritono Italiano, Anna soprano della Corea del Sud, non si conoscono, provengono da due culture diverse e vivono in paesi e continenti diversi, ma hanno che li accomuna l’Amore per la Musica, specialmente per l’Opera, tutti e due partecipano al Concorso Francese, l’ambizione è la vittoria e la possibilità di debuttare in otto Teatri francesi l’opera a Concorso, Don Pasquale di G. Donizetti. Dopo una settimana di prove Anna ed Alex si ritrovano a cantare insieme alla finale, dopo 12 ore passate in teatro tra prove ed aspettare il loro turno, cantano per ultimi, la commissione si ritira e proclamano i vincitori.
Il ruolo di Ernesto (tenore) non verrà assegnato, per il ruolo del Dottor Malatesta (baritono) vince Alex Martini e per il ruolo di Norina (soprano) Anna Shon. Questo è l’inizio di una grande avventura che si concluderà ad aprile 2015 a Vichy. Il cast però non è completo, nel ruolo del Notaro (bass-baritono) verrà chiamato Jean Vendassi, nel ruolo di Ernesto (tenore) ci sarà Leonardo Cortellazzi e Simone Del Savio interpreterà Don Pasquale. Ora che il Cast è completato nel dicembre 2013 iniziano le prove e giorno dopo giorno, mese dopo mese oltre a mietere successi nei teatri nasce una grande Amicizia! Il “Concerto dei Pasqualini” pertanto è un ritrovo di Amici che per il piacere di ritrovarsi e stare insieme.

Anna Sohn, Soprano

Anna SohnSoprano della Corea del Sud, Anna Sohn, si diploma nel 2005 presso il Conservatorio di Milano come Soprano Lirico di Coloratura. Ha inoltre studiato con Mirella Freni a Vignola, con Renata Scotto a Roma e New York. Attualmente, ha completato la sua formazione in concerto master class e recital di KS con il professor Olaf Bär presso l’Accademia di Dresda of Music. Ha vinto nel 2004 il Concurso Internacional de Canto Francisco Vinas. Ha cantato Violetta in La Traviata di Verdi, Gilda in Verdi Rigoletto, Musetta in La Bohème di Puccini, Juliette in Roméo et Juliette, Elisa in Il re pastore di Mozart, Susanna ne Le nozze di Figaro, Angelica in Orlando Paladino di Haydn, Carolina in Il matrimonio segreto di Cimarosa e Adina in L’elisir d’amore e Lucia in Lucia di Lammermoor di G. Donizetti. Ha cantato al Teatro di Budapest in Ungheria, al Teatro Regio di Parma, il Teatro di Reggio Emilia, al Festival dei Due Mondi di Spoleto, al Teatro A. Rendano a Cosenza, al Teatro Verdi di Sassari, Teatro di Orvieto, a Nowy Sacz in Polonia e a Seoul nella Corea del Sud. Sotto Vladimir Jurowski si è esibita a Dresda nella 4° Sinfonia di Gustav Mahler. Nella Ringsaga del Ring di Richard Wagner del Nibelungo, figlio ha dato il suo debutto come Sieglinde e Wellgunde. La produzione è stato mostrato tra gli altri a Parigi, Lussemburgo, Porto e il Festival Musique de Strasbourg 2011. Sohn ha vinto un premio al 61 ° Concorso Internazionale di Musica della ARD con il secondo premio. In campo concertistico ha in attivo numerosi concerti, i Carmina Burana, Requiem di Brahms, 9° sinfonia di Ludwig van Beethoven, Exsultate Jubilate di Mozart, il Requiem di G. Fauré. Ha tenuto recital a Dresda, Bautzen, Gütersloh e alla Berlin Philharmonic Chamber Music Hall e la Konzerthaus di Berlino. Nella stagione 2013/2014 ha debuttato come Norina di Don Pasquale a Rouen, Saint-Etienne e ad Avignone e in altre città Francesi, come Violetta ne la Traviata e Giulietta ne I Capuletti e Montecchi a Passau.

Leonardo CortellazziNato a Mantova è laureato in Economia e Commercio e diplomato in canto con Lelio Capilupi al Conservatorio di Parma. Nel 2006 vince il Concorso internazionale Giuseppe Di Stefano per il ruolo di Ferrando nel Così fan tutte di Mozart e debutta al Luglio Musicale Trapanese. Nel 2007 inizia il suo impegno con l’Accademia d’arti e mestieri del Teatro alla Scala durante il quale partecipa tra l’altro al Concerto Pucciniano diretto dal M° Chailly, ai Vesperae solennes de confessoredi Mozart diretti dal M° Chung e canta nel Così fan tutte diretto da Ottavio Dantone. Successivamente ha cantato tra l’altro al Teatro Comunale di Bologna, Don Giovanni di Mozart,Pagliacci di Leoncavallo e Risorgimento di Ferrero, al Teatro La Fenice di Vene- zia, Lucia di Lammermoor (Arturo), Don Giovanni e Così fan tutte di Mozart, al Teatro alla Scala, Le nozze di Figaro, Le convenienze ed inconvenienze teatrali, Il ritorno di Ulisse in patria (Telemaco),L’occasione fa il ladro (Conte Alberto) e Don Pasquale (Ernesto), all’Egandin Festival, Anna Bolena (Percy), al Rossini Festival di Wilbad Don Giovanni di G. Pacini, a Reggio Emilia, Modena e Treviso, L’occasione fa il ladro di Rossini (Conte Alberto), a Sassari, Lucia di Lammermoor(Arturo) e nel Circuito Lirico lombardo, Il cappello di paglia di Firenze di Rota e Il flauto magico (Tamino). Attivo in campo concertistico è stato apprezzato interprete del Requiem, della Messa dell’Incoronazione e della Missa Brevis KV 192di Mozart, della Messa in do maggiore di Beethoven, della Cantata Erschallet, ihr Lieder di Bach, del Gloria RV 588 di Vivaldi e del Nisi Dominus di Haendel.Tra gli ultimi impegni L’elisir d’amore all’Opera di Massy e al Teatro Filarmonico per la Fondazione Arena di Verona, il Dido and Aeneas (protagonista) al Teatro Ristori a Verona sempre per la Fondazione Arena , Il caso Makropulos (Vitek) al Tea- tro La Fenice, Don Giovanni di Mozart all’Engandin Festival a St. Moritz, Falstaff (Fenton) al Teatro Verdi di Busseto per il Teatro Regio di Parma e al Teatro Petruzzelli di Bari, Pagliacci (Arlecchino) ad Avignone, Don Pasquale a Clermont Ferrand, Limoges Avi- gnon e Vichy, il Requiem di Mozart eL’elisir d’amore al Teatro di San Carlo aNapoli,Armida di Traetta al Festival della Valle d’Itria, La Traviata (Alfredo) al Teatro La Fenice a Venezia,L’incoronazione di Poppea (Nerone) al Teatro alla Scala e Dido and Aeneas a Firenze.

Simone Del Savio, Bass-Baritono

Simone Del SavioDiplomato in canto al Conservatorio «G. Verdi» di Torino, nel 2005 vince il Concorso Internazionale «Toti Dal Monte» di Treviso e «Riccardo Zandonai» di Riva del Garda. Nel 2007 gli è stata conferita dallo stato austriaco la medaglia EW assegnata a giovani cantanti che si sono particolarmente distinti. Dopo il debutto nell’opera Prima la musica e poi le parole di A. Salieri, la sua carriera procede con Don Profondo ne Il Viaggio a Reims per il Rossini Opera Festival; Don Alvaro ne Il Viaggio a Reims al Teatro alla Scala; Dottor Malatesta in Don Pasquale al Teatro Comunale di Treviso, Pisa e Rovigo; Belcore ne L’Elisir d’Amore al Teatro Massimo di Palermo e al Teatro Alighieri di Ravenna; Dulcamara neL’Elisir d’Amore all’Opera di Roma; Schaunard ne La Bohème al Covent Garden di Londra, Comunale di Firenze, Staatsoper di Monaco, Teatro dell’Opera di Las Palmas, Caracalla, Opera Garnier di Parigi; Monterone in Rigoletto all’Opera Bastille di Parigi; Orbazzano in Tancredi al Teatro Regio di Torino; Alidoro ne La Cenerentola al Teatro Verdi di Trieste; Gaudenzio ne Il Signor Bruschino all’Opera Giocosa di Savona; Leporello in Don Giovanni al Teatro La Fenice di Venezia, Stadttheater Klagenfurt e Opera de Toulon; Figaro neLe Nozze di Figaro al Teatro Verdi di Sassari; Guglielmo in Così Fan Tutteper la Saint Paul Chamber Orchestra negli Stati Uniti sotto la direzione del Maestro Roberto Abbado. La maturità vocale lo porta sempre più verso ruoli donizettiani, primo Verdi e Puccini. E’ Riccardo ne I Puritani al Teatro Comunale di Bologna e al Regio di Torino; Alfonso in Lucrezia Borgia ed Enrico in Lucia di Lammermoor al Teatro Regio di Torino; Severo in Poliuto al Teatro Donizetti di Bergamo; il title role in Don Pasquale nei teatri francesi di Clermont Ferrand, Reims, Rouen, Limoges, Avignone, Massy, Vichy e al Teatro Sociale di Trento; Prosdocimo ne Il Turco in Italia al Teatro Regio di Torino; Giorgio Germont ne La Traviata alla Deutsche Oper di Berlino, al Grand Theatre di Ginevra e al Comunale di Sassari; Marcello ne La Bohème al Teatro Comunale di Bologna, Luglio Musicale Trapanese, Teatro Verdi di Sassari, Vlaamse Opera di Anversa e Ghent; Sharpless in Madama Butterfly alla Deutsche Oper di Berlino e al Teatro Comunale di Sassari. Tra gli impegni futuri Don Bartolo ne Il Barbiere di Siviglia all’ Opera di Roma e all’Opera Bastille di Parigi, Lord Enrico Ashton in Lucia di Lammermoor al Teatro Massimo di Palermo e al Teatro Regio di Torino, Germont ne La Traviata al Maggio Musicale Fiorentino, Schaunard ne La Bohéme al Festival di Savonlinna, Marcello ne La BohèmeMarcello al Teatro Regio di Torino, Don Alfonso in Così Fan Tutte all’Opera Garnier di Parigi e all’Opera di Massy.

Alex Martini, Baritono

Alex MartiniBaritono, Intraprende gli studi musicali presso il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia, prosegue poi privatamente gli studi di canto lirico con il Basso Roberto Scandiuzzi. Attualmente sta perfezionando la tecnica e il repertorio con il soprano Mariella Devia e Silvia Silveri a Roma. Nel 2009 vince una borsa di studio per giovani cantanti promossa dalla Regione Veneto, dalla Fondazione Teatri S.p.a di Treviso e dal Teatro La Fenice di Venezia, che gli offre la possibilità di studiare con Bruno De Simone, Regina Resnik, Dennis O’Neill e Richard Barker. Nel 2010 è finalista al Concorso Internazionale “A. Belli” di Spoleto e vincitore del 40° Concorso Lirico Internazionale “Toti dal Monte” di Treviso. Inizia ad esibirsi in occasione delle celebrazioni per i 250 anni della nascita di Mozart debuttando il ruolo di Figaro ne Le Nozze di Figaro. É stato Nardo ne Il Filosofo di Campagna di Baldassarre Galuppi, Il Ciambellano nell’operetta Lo Scoiattolo in Gamba di Nino Rota, Marullo e Monterone in Rigoletto al Teatro Comunale di Belluno. La sua attività concertistica comprende un’esibizione per il Concerto della Memoria “Shoah” nelle sale apollinee del Teatro La Fenice di Venezia e nel 2008 l’esibizione come solista al Concerto di Natale in Vaticano e non ultimo nell’aprile 2012 gran Concerto lirico con il Tenore Walter Fraccaro al Teatro Mario del Monaco di Treviso.Recentemente è stato Belcore ne L’Elisir d’amore al Teatro La Fenice di Venezia, al Teatro Comunale di Treviso, al Teatro Sociale di Rovigo, Pergolesi di Jesi e Sharpless ne Madama Butterfly all’Arena Alpe Adria di Lignano.Nel 2012 è Finalista al Concorso Internazionale Maria Callas e Vincitore del premio del pubblico al Concorso Lirico Internazionale Salicedoro. Nel febbraio 2013 vince al 23° Concorso Internazionale di Canto Lirico a Clermont-Ferrand in Francia, il ruolo del Dottor Malatesta in Don Pasquale di G. Donizetti che debutterà nel gennaio 2014. Nell’ottobre 2013 vince il Primo Premio al Concorso Lirico Internazionale “Gaetano Fraschini” Voci nuove per la Lirica di Pavia. Nel luglio 2015 vince il Terzo premio al Concorso Internazionale di Canto Lirico di Orvieto. A novembre 2015 ha debuttato in La Vedova Allegra al Teatro Pergolesi di Jesi. Nei suoi prossimi impegni del 2016 segnaliamo il debutto di Silvio ne I Pagliacci di R. Leoncavallo e Marcello ne La Bohemé di G. Puccini.

Jean Vendassi, Bass-Baritono

Jean Vendassi

Entra nel mondo della lirica attraverso l’accademia C.N.I.P.A.L allora guidato da Raymond Duffaut. Interpreto i personaggi di Mozart , Rossini , Gounod , Massenet e Verdi, per il repertorio barocco: Peri , Monteverdi , Lully , Handel. Canta in opere contemporanee come Claude Thierry Escaich da Claude Gueux di Victor Hugo con un libretto di Robert Badinter , in cui interpreta il ruolo di Terzo Presso l’ Opéra National de Lyon.

E’ stato Scarpia in Tosca di G. Puccini all’Opera Unplugged deretto da Amaury Clozel con la regia di Pierre Thirion-Vallet nel novembre 2012 e poi in tour in Francia nel 2013.

Al Festival di Martina Franca canta Rom Vestapor di J. Massenet, Zoroastro in Orlando di Händel al Festival di Antibes, Banco In Macbeth, il Re in Aida al Nights Festival estivo di Bastia, Fiorello ne Il Barbiere di Siviglia all’Opera di Monte Carlo in occasione dell’inaugurazione del Grimaldi Forum.

Si è esibito al Teatro alla Scala di Milano in duo con il soprano Désirée Rancatore.

Federico Brunello, Pianista

Federico BrunelloNato a Treviso il 15/10/1975, si diploma nel 1997 presso il Conservatorio “A.Pedrollo” di Vicenza dopo aver frequentato l’Istituto Musicale F.Manzato di Treviso. Affascinato dallo strumento “Voce” decide di intraprendere il percorso di formazione per Maestro Collaboratore e nel 1998 viene selezionato per accedere ai corsi di Specializzazione per Maestro Collaboratore Sostituto presso l’Istituzione “Teatro Lirico Sperimentale Belli” di Spoleto, partecipando poi alle successive stagioni liriche, dove tuttora è maestro di sala e pianista ufficiale del Concorso Internazionale di Canto. Ha collaborato e collabora con Conservatori/Istituti Musicali come pianista accompagnatore per le classi di canto lirico e Arte Scenica (Conservatorio Pollini di Padova, Conservatorio Canepa di Sassari, Conservatorio Pedrollo di Vicenza, Istituto Musicale F.Manzato e Istituto Diocesano di Musica di Treviso, Scuola Comunale di Musica A.Miari di Belluno). Dall’anno 2000-2004 è Maestro di Sala nella Stagione Lirica autunnale presso il Teatro Verdi a Sassari. Dal 2001 al 2005 collabora con l’organizzazione Spoleto Vocal Arts Symposium di New York a Spoleto come Vocal Coach durante i corsi estivi di alto perfezionamento vocale per giovani cantanti americani. Dal 2004 è Maestro Sostituto e Direttore di Palcoscenico nella Stagione Lirica del Teatro Comunale “Mario Del Monaco” di Treviso; inoltre è pianista ufficiale del ConcorsoInternazionale di canto Toti Dal Monte. Dal 2007 al 2012 è Pianista e Maestro di Sala per il Festival Internacional di Santander in Spagna. Nel 2012/13 ha collaborato con il Teatro dell’Opera di Roma. Collabora con i teatri di Bolzano, Jesi, Fermo, Ferrara, Rovigo, Padova e Bassano. Dal 2013 è collabora come Maestro Sostituto presso il Gran Teatro La Fenice di Venezia. Ha collaborato e collabora con cantanti e direttori tra i quali Roberto Scandiuzzi, Fabio Sartori, Maria Chiara, Raina Kabaivanska, Regina Resnik, Francesco Grollo, Susan Althoff, Renato Bruson, Luciana Serra, Eva Marton, Teresa Berganza, Luis Alva, Elena Obraztsova, ecc.